Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 – Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività


FOREWORD AND GENERAL PRINCIPLES,,it,PREMISE,,it,From the date of issue of the dpcm,,it,March,,es,to date,,it,numerous decrees followed one another,,it,the last one on,,it,adopted in implementation of the medium tempore emergency regulation that has occurred,,it,containing urgent measures regarding the containment and management of the epidemiological emergency from COVID-19,,it,with reference to the measure of social distancing,,it,summarized in the slogan "everyone at home",,it,we have witnessed a fairly linear upward mechanism,,it,since starting from March 8th,,it

PREMESSA
Dalla data di emanazione del dpcm 1 marzo 2020, ad oggi, si sono susseguiti numerosi decreti (l’ultimo in data 11 June 2020) adottati in attuazione della normativa emergenziale medio tempore intervenuta, recanti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
In particolare, con riferimento alla misura del distanziamento sociale (riassunta nello slogan “tutti a casa”) abbiamo assistito ad un meccanismo ascendente abbastanza lineare, in quanto a partire dall’8 marzo 2020, the measure of the spacing was taken on the entire national territory and,,it,with the dpcm of,,it,she pushed herself,,it,together with the complete lockdown of production activities,,it,up to the ban on leaving the municipal area,,it,After that,,it,if we have witnessed an equally linear easing mechanism for measures restricting the movement of people,,it,the same cannot be said for the measure of social distancing,,it,From the ban on leaving the municipal area,,it, con il dpcm del 22 marzo 2020, si è spinta, assieme al completo lockdown delle attività produttive, sino al divieto di uscire dal proprio territorio comunale.
Dopodichè, se per le misure restrittive della circolazione delle persone abbiamo assistito ad un meccanismo di allentamento altrettanto lineare, lo stesso non si può dire per la misura del distanziamento sociale.
Dal divieto di uscire dal territorio comunale, we moved towards the ban on extra-regional travel and the possibility of meeting with relatives,,it,until the restoration of freedom of movement throughout the national territory and the freedom of social relations,,it,However,,it,the measure of social distancing has remained unchanged,,it,Therefore,,it,in that context,,it,it is reasonable that in all areas of economic activity,,it,productive and social,,it,where the derogation from social distancing is expressly provided only for cohabitants,,it, sino al ripristino della libertà di circolazione sull’intero territorio nazionale e della libertà di relazioni sociali.
Tuttavia, la misura del distanziamento sociale è rimasta immutata. Pertanto, in tale contesto, è ragionevole che in tutti gli ambiti delle attività economiche, produttive e sociali, ove sia espressamente prevista la deroga al distanziamento sociale solo per i conviventi, this derogation can also be extended to relatives,,it,or to all the people with whom we have regular social relationships,,it,regular guests / diners,,it,attaching this circumstance to the individual responsibility of the interested parties,,it,With reference to the phrase "frequent guests or diners",,it,it is clear that it should be referred to subjects belonging to a circle of people with affectio familiaritatis,,it,that is, with common interests,,it, o a tutte le persone con le quali si intrattengano relazioni sociali abituali (frequentatori/commensali abituali), afferendo tale circostanza all’esclusiva responsabilità individuale dei soggetti interessati.
Con riferimento alla locuzione “frequentatori o commensali abituali”, è chiaro che essa vada riferita a soggetti appartenenti ad una cerchia di persone con affectio familiaritatis, ossia con interessi comuni, frequency of contacts and relationships of enhanced continuity,,it,In the same way,,it,also the current limit on the use of private means of transport,,it,which would appear to emerge from the government's FAQ on travel,,it,does not seem to be consistent with the current regime of freedom of social relations,,it,it is reasonable to allow that in the use of private means of transport,,it,although equipped with masks to protect the respiratory tract,,it,can travel,,it,in the maximum number foreseen by the registration certificate,,it,cohabitants,,it. Allo stesso modo, anche l’attuale limite all’utilizzo dei mezzi di trasporto privati (che sembrerebbe emergere dalla FAQ del governo sugli spostamenti), non sembra essere coerente con l’attuale regime di libertà di relazioni sociali.
Pertanto, è ragionevole consentire che nell’utilizzo di mezzi di trasporto privati, seppur muniti di mascherine a protezione delle vie respiratorie, possano viaggiare, nel numero massimo previsto dalla carta di circolazione, conviventi, relatives or regular guests / diners,,it,Moreover, it is necessary for all productive and social economic activities,,it,in order to guarantee its maximum diffusion,,it,adequate and widespread information and communication is favored for users regarding the importance of downloading the app to their smartphones,,it,immune,,it,promoted by the Ministry of Health for the tracing of contacts,,it, afferendo tale circostanza all’esclusiva responsabilità individuale dei soggetti interessati.
Peraltro è necessario che in tutte le attività economiche produttive e sociali, al fine di garantirne la massima diffusione, sia favorita un’adeguata e capillare informazione e comunicazione all’utenza relativa all’importanza di scaricare sui propri smartphone l’app “Immuni”, promossa dal Ministero della Salute per il tracciamento dei contatti (contact tracing). The app represents a technological support that joins the initiatives put in place by the Government to limit the spread of the Covid-19 virus and increase safety in the recovery phase of activities,,it,GENERAL PRINCIPLES,,it,aimed at providing a synthetic and immediate tool for the application of general prevention and containment measures,,it.

PRINCIPI GENERALI
Le presenti schede tecniche contengono indirizzi operativi specifici validi per i singoli settori di attività, finalizzati a fornire uno strumento sintetico e immediato di applicazione delle misure di prevenzione e contenimento di carattere generale, per sostenere un modello di ripresa delle attività economiche e produttive compatibile con la tutela della salute di utenti e lavoratori.

In particolare, the different scientifically recognized prevention and containment measures are integrated into each form to combat the spread of the infection,,it,social distancing in the interpretation given in the introduction,,it,in particular with the protocol shared between the social partners approved by the decree of the President of the Council of Ministers of the,,it, tra le quali: norme comportamentali, distanziamento sociale nell’interpretazione resa in premessa, contact tracing.
Le indicazioni in esse contenute si pongono inoltre in continuità con le indicazioni di livello nazionale, in particolare con il protocollo condiviso tra le parti sociali approvato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020, as well as with the general guiding criteria set out in the technical documents produced by INAIL and the Istituto Superiore di Sanità with the main objective of reducing the risk of contagion for individuals and for the community in all production and economic sectors,,it,only the conscious and active participation of each individual user and worker,,it,not only for the specific business context,,it,ma,,ar,also for the community,,it,possibly integrated with higher efficacy solutions,,it.
In tale contesto, il sistema aziendale della prevenzione consolidatosi nel tempo secondo l’architettura prevista dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 costituisce la cornice naturale per supportare la gestione integrata del rischio connesso all’attuale pandemia. In ogni caso, solo la partecipazione consapevole e attiva di ogni singolo utente e lavoratore, con pieno senso di responsabilità, potrà risultare determinante, non solo per lo specifico contesto aziendale, ma
anche per la collettività.
finally, è opportuno che le indicazioni operative di cui al presente documento, eventualmente integrate con soluzioni di efficacia superiore, siano adattate ad ogni singola organizzazione, individuando le misure più efficaci in relazione ad ogni singolo contesto locale e le procedure/istruzioni operative per mettere in atto dette misure. These operating procedures / instructions may coincide with already adopted operating procedures / instructions,,it,provided they are properly integrated,,it,just as they can constitute an addendum connected to the emergency context of the risk assessment document drawn up pursuant to the legislative decree,,it,All the indications given in the individual thematic sheets must be understood as additions to the recommendations of social distancing in the interpretation given in the introduction,,it, purchè opportunamente integrate, così come possono costituire un addendum connesso al contesto emergenziale del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.
Resta inteso che in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico le misure indicate potranno essere rimodulate, anche in senso più restrittivo.
Tutte le indicazioni riportate nelle singole schede tematiche devono intendersi come integrazioni alle raccomandazioni di distanziamento sociale nell’interpretazione resa in premessa, and hygienic-behavioral aimed at contrasting the spread of SARS-CoV-2 in all contexts of social life,,it,About that,,it,regarding the use of disposable gloves,,it,in consideration of the additional risk deriving from their incorrect use,,it,it is believed to favor rigorous and frequent hand hygiene with soap and water,,it,hydro-alcoholic solution or other sanitizing products,,it,both for customers / visitors / users,,it,both for workers,,it,be safe,,it,for the latter,,it.
A tal proposito, relativamente all’utilizzo dei guanti monouso, in considerazione del rischio aggiuntivo derivante da un loro errato impiego, si ritiene di privilegiare la rigorosa e frequente igiene delle mani con acqua e sapone, soluzione idro-alcolica o altri prodotti igienizzanti, sia per clienti/visitatori/utenti, sia per i lavoratori (fatti salvi, per questi ultimi, all cases of specific risk associated with the job,,it,For all cleaning and disinfection procedures,,it,room ventilation and waste management please refer to the indications contained in the following reports,,it,of which it is understood that the latest version should be considered,,it,ISS COVID-19 report no.19 / 2020,,it,Interim recommendations on disinfectants in the current COVID-19 emergency,,it,medical surgical aids and biocides,,it,ISS COVID-19 report no,,it).
Per tutte le procedure di pulizia e disinfezione, di aerazione degli ambienti e di gestione dei rifiuti si rimanda alle indicazioni contenute nei seguenti rapporti (dei quali resta inteso che va considerata l’ultima versione disponibile): Rapporto ISS COVID-19 n.19/2020 “Raccomandazioni ad interim sui disinfettanti nell’attuale emergenza COVID-19: presidi medico chirurgici e biocidi”; Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020 “Interim indications for the prevention and management of indoor environments in relation to the transmission of SARS-CoV-2 virus infection,,it,ISS COVID-19 report no,,it,Interim indication for the management of municipal waste in relation to the transmission of SARS-CoV-2 virus infection,,it,Guide for the prevention of Legionella contamination in water systems of tourist accommodation facilities and other buildings for civil and industrial use not used during the pandemic COVID-19,,it”; Rapporto ISS COVID-19 n. 3/2020 “Indicazione ad interim per la gestione dei rifiuti urbani in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2”; Rapporto ISS COVID-19 n. 21/2020 “Guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico-ricettive e altri edifici ad uso civile e industriale non utilizzato durante la pandemia COVID-19”.

RISTORAZIONE

Le presenti indicazioni si applicano per ogni tipo di esercizio di somministrazione di pasti e bevande, quali ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, bar, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie (anche se collocati nell’ambito delle attività ricettive, all’interno di stabilimenti balneari e nei centri commerciali), nonché per l’attività di catering (in tal caso, se la somministrazione di alimenti avviene all’interno di una organizzazione aziendale terza, sarà necessario inoltre rispettare le
misure di prevenzione disposte da tale organizzazione).
■ Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità.
■ Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
■ È necessario rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno.
■ Eliminare la disponibilità di riviste e materiale informativo di uso promiscuo.
■ Negli esercizi che dispongono di posti a sedere privilegiare l’accesso tramite prenotazione, mantenere l’elenco dei soggetti che hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni. In tali attività non possono essere presenti all’interno del locale più clienti di quanti siano i posti a sedere.
■ Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti per volta, in base alle caratteristiche dei singoli locali, in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra le sedute.
■ Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
■ I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti, ad eccezione dei conviventi, dei congiunti, di tutte le persone che intrattengano tra loro relazioni sociali abituali (frequentatori/commensali abituali) e delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Detto aspetto afferisce all’esclusiva responsabilità individuale dei soggetti interessati, come indicato nella premessa del documento. Tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
■ La consumazione al banco è consentita solo se può essere assicurata la distanza interpersonale di almeno 1 metro tra i clienti, ad eccezione dei conviventi, dei congiunti, di tutte le persone che intrattengano tra loro relazioni sociali abituali (frequentatori/commensali abituali) e delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Detto aspetto afferisce all’esclusiva responsabilità individuale dei soggetti interessati, come indicato nella premessa del documento.
■ È possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per clienti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie. La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. In particolare, la distribuzione degli alimenti dovrà avvenire con modalità organizzative che evitino la formazione di assembramenti anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali; dovranno essere altresì valutate idonee misure (es. segnaletica a terra, barriere, ecc.) per garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro durante la fila per l’accesso al buffet.
■ Il personale di servizio a contatto con i clienti deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti (prima di ogni servizio al tavolo).
■ Favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria; se ciò non fosse tecnicamente possibile, vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e in ogni caso va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati, secondo le indicazioni tecniche di cui al documento dell’Istituto Superiore di Sanità. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria.
■ La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche, possibilmente al tavolo.
■ I clienti dovranno indossare la mascherina tutte le volte che non sono seduti al tavolo.
■ Al termine di ogni servizio al tavolo andranno previste tutte le consuete misure di pulizia e disinfezione delle superfici, evitando il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili se non disinfettabili (saliere, oliere, ecc). Per i menù favorire la consultazione online sul proprio cellulare, o predisporre menù in stampa plastificata, e quindi disinfettabile dopo l’uso, oppure cartacei a perdere.

BANCHETTI (nell’ambito delle cerimonie ed eventi analoghi)
Nel rispetto delle misure di carattere generale sopra riportate e dei protocolli adottati per lo svolgimento dei riti (religiosi e civili), le seguenti indicazioni integrative costituiscono indirizzi specifici per i banchetti nell’ambito delle cerimonie ed eventi analoghi (es. congressi).
■ Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione da rispettare durante l’evento.
■ Mantenere l’elenco dei partecipanti per un periodo di 14 giorni.
■ Riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso alla sede dell’evento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.
■ I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti, ad eccezione dei conviventi, dei congiunti, di tutte le persone che intrattengano tra loro relazioni sociali abituali (frequentatori/commensali abituali) e delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale. Detto aspetto afferisce all’esclusiva responsabilità individuale dei soggetti interessati, come indicato nella premessa del documento.
■ Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (es. giardini, terrazze), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
■ Assicurare adeguata pulizia e disinfezione degli ambienti interni e delle eventuali attrezzature prima di ogni utilizzo.
■ Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni (qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro). Il personale di servizio a contatto con gli ospiti deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti.
■ È possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie. La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose. In particolare, la distribuzione degli alimenti dovrà avvenire con modalità organizzative che evitino la formazione di assembramenti anche attraverso una riorganizzazione degli spazi in relazione alla dimensione dei locali; dovranno essere altresì valutate idonee misure (es. segnaletica a terra, barriere, ecc.) per garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro durante la fila per l’accesso al buffet.
■ Per eventuali esibizioni musicali da parte di professionisti, si rimanda alle indicazioni contenute nella scheda specifica. In ogni caso devono essere evitate attività e occasioni di aggregazione che non consentano il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro.

versione 05 July 2020

Leggi qui il documento in versione integrale : Ordinanza_N. 283

Leggi qui il documento integrale “Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive”

Qui di seguito la scheda infografica sulle principali direttive


WhatsApp chat

Questo sito usa i cookies per darti una migliore esperienza nella navigazione. Continuando accetti la nostra Cookies Policy Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close